.
Annunci online

POLITICA
1 agosto 2012
Una risata ci seppellira? Giochi di Fantapolitica dal Pianeta Vega
Ieri Bersani ha lanciato la grande alleanza, il "polo della speranza" (sic) che con Vendola e Casini dovrebbe salvare l'Italia.
Non si farà. 
Già oggi si girano tutti dall'altra parte: "chi io? alleato con Buttiglione? ma quando mai? non ci andrei nemmeno a cena...".
Ma se si facesse... dico, puta caso, sarebbe un gran bel risultato... il Comandante Bersani, già oggi molto impegnato a regolare il traffico interno al PD fra Fassina e Fioroni... verrebbe promosso a furor di popolo primario al grado di Generale Bersani, impegnatissimo a regolare il traffico fra SEL e l'UDC. 
Tranquilli, solo fino alle elezioni. Un mostro politico di questo tipo le elezioni mica le vincerebbe (ovviamente, altrimenti non l'avrebbero mai pensato). 
Che poi... come volete spiegare agli elettori che pur sostenendo Monti, noi quelle cose le faremmo in maniera diversa... ma che per farle in maniera diversa ci alleiamo con chi dice che vanno fatte esattamente uguale?
Il problema vero è che sarebbe l'alleanza più vecchia del west, fra leader di tre stagioni politiche fa, costruita a tavolino e senza cuore fra sigle lontanissime dai loro (potenziali) elettori. Un accordo di vertice che neanche primarie di facciata potrebbero far passare per alleanza di popolo e di speranza.

Comunque non si farà... Sel non potrà starci pena l'annullamento, il PD prenderà atto che ne uscirebbe dimezzato, ma soprattutto... cosa vi fa pensare che alla fine il buon Casini non ceda alle lusinghe dei 'MODERATI', alle cravatte di Montezemolo, alla verve di Giannino o alle suggestioni del ministro Passera?

E volete che il buon Alfano (si ok, si fa per dire, ma regge il gioco e poi è cosi' tenero nel sostenere il capo) non trovi un tavolo per giocare a carte con Maroni (anche lui, è cosi tenero nel litigare col suo vecchio capo).

Ma cosa c'e' di male.  La reincarnazione del Berlusca, Di Pietro e Vendola paladini del futuro,   i Moderatoni liberali (mai troppo liberali, in Italia i liberali non sono mai liberali, i moderati non sono mai abbastanza moderati, e purtroppo nemmeno i socialisti sono mai abbastanza socialisti - mi verrebbero battutacce sui cattolici, ma evito, non e' aria). E poi il PD nell'orgoglioso culo di sacco della solitudine senza progetto. Last minute maggioritario, magari per un consiglio richiamano dall'Africa Walteroni... ci tira su un bel libro e via!

E una bella legge molto proporzionale che dia spazio a tutti. 15 a te, 10 a me, 18 a quell'altro.
E Grillo al 35%.

Ma Grillo l'ha detto. Vuole solo rompere i coglioni. Non è mica pronto per governare lui.
E cosi', richiamiamo Monti in servizio... 15 a te, 18 a me... e di nuovo tutti in fila a giocare a quelli che tengono testa alla Merkel... 
Per altri 4 o 5 anni, se il mondo non finisce prima... 
Se gli UFO non si spicciano con le lame rotanti e il raggio ciclonico... 

Forza Vega!

pero', forza Vega... quasi quasi!



POLITICA
31 ottobre 2010
PROSSIMA FERMATA ITALIA



Per difendere il Pd (anche da se stesso),
per dare voce ai territori (con le primarie di collegio per scegliere i parlamentari e il rispetto statutario del limite del terzo mandato),
per rappresentare una nuova idea della politica e del Paese
Tre giorni per incontrarci, per scambiare idee e buone pratiche,
per scrivere insieme un progetto per il nostro Paese.

PROSSIMA FERMATA ITALIA
FIRENZE - STAZIONE LEOPOLDA
5-6-7 NOVEMBRE 2010



POLITICA
27 settembre 2010
Oltre... questa Italia
Sergio Chiamparino ha pubblicato un bel saggio. Se ne parla molto.
Qui Cuperlo.Qui Civati.

Forse non dobbiamo perdere di vista un fatto essenziale. 
E' l'Italia che ha un disperato bisogno di andare "oltre" se stessa. 
Non basta andare oltre Berlusconi (certo, aiuterebbe!).
I mali sono profondi e radicati e vanno ben più indietro. La nostra società - a larghi spaccati la definirei marcia - è chiusa all'innovazione, ostile ai giovani, ipocrita nel abbarbicarsi alle tradizioni.
Non solo per paura di cambiare ma soprattutto per consentire il perpetrarsi di insopportabili rendite di posizione: civili, sociali ed economiche.

Andare oltre questa Italia è difficile! Di sicuro non basta 'questo' PD. Io penso che chi dice di voler andare oltre il PD voglia semplicemente costruire un PD che possa portarci verso l'Italia che vorremmo.

PS
E magari che sappia dare risposte a quelli che vanno a Cesena per la Wodstock a 5 stelle...
Che parlano di legalità, di sostenibilità sociale e ambientale. E anche finanziaria.
E non averne paura!
Sono proposte parziali forse, ma certo non antipolitiche nel merito.
Piaccia o non piaccia Grillo, i suoi metodi e la sua antipolitica.

POLITICA
14 luglio 2009
Costituzione del comitato “Bergamo per Marino” – Partito Democratico
Comunicato Stampa
Costituzione del comitato “Bergamo per Marino”
Partito Democratico
Bergamo, 12 luglio 2009

Si è costituito il comitato ‘Bergamo per Marino’ che sosterrà la candidatura di Ignazio Marino a Segretario Nazionale del Partito Democratico.
Come ha scritto il prof. Marino presentando la sua candidatura:
“Noi sogniamo un'Italia diversa,crediamo nella cultura del merito, nella laicità della Stato, nella solidarietà, nel rispetto delle regole, nei diritti uguali per tutti, vogliamo liberare le energie migliori di questo paese e creare una squadra di persone che diano voce, forza, concretezza alle nostre idee.”

Il Comitato è nato da contatti spontanei, sulla rete e in Facebook. Al primo incontro, avvenuto venerdi scorso presso la sede del Partito Democratico di Bergamo, si sono ritrovate insieme persone, storie e provenienze diverse. Alcuni non ancora iscritti al PD non hanno mai fatto politica attiva; altri
hanno fatto politica in passato allontanandosi negli ultimi anni. Altri ancora iscritti e attivisti del Partito, coordinatori di Circoli territoriali in città e in provincia, esponenti di Circoli tematici, amministratori, esponenti autorevoli del mondo dell’associazionismo e della società civile.
Tutti i partecipanti sono convinti che Ignazio Marino, il suo programma, la credibilità sua e del gruppo di personalità che lo sostiene, rappresentino una svolta per una politica migliore e per l'Italia che vorremmo!
Il primo atto formale del Comitato è stato l’adesione al ‘Patto del 26 ottobre’:
“[...]Sosterremo la proposta e il candidato che ci convincono di più [...]. E’ un congresso – un confronto democratico tra linee politiche. [...] Restiamo una comunità di persone, un partito. Restiamo, innanzitutto, amici, compagni di strada[...]."

L’impegno del Comitato nei prossimi giorni è ampliare il tesseramento invitando quanti sono stati fino ad oggi dubbiosi ad entrare nel PD e sostenere Ignazio Marino nel congresso che si svolgerà in ogni Circolo da settembre.

Il comitato ha chiesto alla Segreteria Provinciale del Partito Democratico di rafforzare la campagna di tesseramento entro il 21 luglio per poter partecipare alla fase congressuale, anche indicando la sede provinciale come riferimento laddove le sedi dei circoli siano difficoltose da raggiungere.
Nello stesso tempo la rete dei sostenitori di Ignazio Marino verrà allargata continuando il tam-tam su internet e attraverso contatti diretti in tutta la provincia.
“Bergamo per Marino” invita tutti i cittadini interessati a scrivere a bergamopermarino@gmail.com, a seguirci sul blog bergamopermarino.ilcannocchiale.it e nel gruppo Facebook “Quelli che a Bergamo sostengono Ignazio Marino Segretario del PD”.

Il primo appuntamento per raccogliere le firme a sostegno della candidatura di Ignazio Marino è per martedi 14 luglio alle ore 20.00 alla Festa Democratica di Villa di Serio.

Il Comitato si riunirà lunedi 20 luglio presso la sede provinciale del PD in Via San Lazzaro alle ore 21 per organizzare la presentazione della mozione Marino a Bergamo.

Bergamo, 12 luglio 2009
Comitato “Bergamo per Marino”

Promotori:
Mario Berlanda (Gorle), Laura Billa (Gorle), Gianstefano Borani, Massimo Cortesi, Maurizio Carrara, Roberto Cremaschi, Dario Guerini, Nicola Eynard, Stefano Fagiuoli, Giovanni Gambaro, Vladimiro Lanfranchi, Ermanno Lanfranchi, Valentina Lanfranchi (Gorle), Pierangelo Manzoni (Solza), Dino Paoli, Iride Pietra (Osio Sotto), Niccolò Querci, Gianfranco Ranaldi, Debora Rizzuto, Mario Vicini (Villongo).
sfoglia
aprile        settembre